lunedì 17 febbraio 2014

Il grano saraceno è un alimento dimagrante

L’estate si avvicina e abbiamo tutti la tentazione di sgonfiarci e tornare in forma  in vista delle vacanze: invece di utilizzare metodi troppo coercitivi o – addirittura – poco clementi nei confronti del nostro organismo, possiamo scegliere pratiche naturali.

Il grano saraceno, per esempio, sembra un ottimo alleato della linea e per chi soffre di intolleranze o celiachia è un valido sostituto del glutine. Perché – a dispetto del suo nome – il grano saraceno NON ne contiene.
Questo vegetale (che viene considerato un cereale anche se propriamente non lo è) ha un elevato contenuto di fibre: significa che occupa molto spazio nello stomaco ma ha poche calorie.
Noi ci sentiamo pieni e soddisfatti ma non rischiamo di esagerare.
Ecco allora qualche piccolo spunto per integrare il grano saraceno alla nostra dieta:
  • sostituiamolo al riso nella preparazione dei primi;
     
  • la zuppa di grano saraceno è davvero ottima e può essere accompagna da carote e patate. Forse non è un piatto precisamente estivo, ma per gli amanti del genere sarà comunque un’ottima “compagna” di benessere;
     
  • Insalate di terra e di mare: il grano saraceno è molto gustoso in insalata. Può accompagnare sia insalate a base di pomodoro, rucola e mozzarella che insalate di mare senza sfigurare mai;
     
  • Con i broccoli: come sostituto della pasta, va versato in cottura con le cime del broccolo e dopo la scolatura, saltato in padella con acciughe e peperoncino.  Se dobbiamo perdere molto peso, possiamo anche optare per la versione leggera ed evitare la padella. Con un filo d’olio è comunque buonissimo in compagnia dei broccoli!
Il grano saraceno non è solo un ottimo sostituto della pasta ma anche proprietà benefiche per chi offre di ipertensione e insufficienza venosa ed è – in questo contesto – assunto in foglie essiccate.

Prima di utilizzare il grano saraceno in cucina, bisogna accertarsi di non esserne allergici perché può dare reazioni anche serie.
 Non ci resta che augurare a tutti di riuscire nel proprio obiettivo di dimagrimento, magari proprio grazie a qualche ricetta gustosa a base di questo vegetale!


mercoledì 12 febbraio 2014

Il caffè verde fa dimagrire


Home - Rimedi Naturali - Caffè Verde: è vero che fa dimagrire?

Caffè Verde: è vero che fa dimagrire?

Protagonista di un vero è proprio boom, il Caffè Verde è ormai conosciuto da tutti coloro che hanno l’esigenza di dimagrire e tornare in forma. La più grande pubblicità gli è stata fatta, come accade per tutti i prodotti che funzionano davvero, dal passaparola.
Green Coffee è stato infatti definito come un miracoloso integratore dimagrante che aiuta a perdere peso e a dimagrire senza fatica in pochissimo tempo. Questo ha spinto i Media a parlare del Green Coffee e quasi tutti i giornali che si occupano di salute e bellezza hanno visto come protagonista il Caffè Verde per dimagrire, in almeno uno dei loro articoli. L’ultima rivista che ne ha parlato sottolineando i molteplici benefici che questo straordinario prodotto offre è Silhouette Donna.
Quello che però tutti si chiedono prima di acquistare il Caffè Verde per dimagrire è: “Ma sarà veramente così efficace?, Il Caffè Verde Funziona veramente”

Caffè o Caffè Verde?

In realtà se pur si parli sempre di caffè, il Caffè Verde con la bevanda a poco a che vedere, ma ha moltissime altre qualità, che lo hanno reso protagonista di un successo mondiale, tra coloro che amano mantenersi in forma con i rimedi naturali.

Cos’è il Caffè Verde?

Caffè VerdeIl Caffè Verde non è nient’altro che la versione “cruda” del chicco di caffè che normalmente siamo abituati a vedere; è quindi semplicemente il caffè prima di essere tostato. Il Caffè Verde è esattamente quello che viene definito un cibo “integro”, poco trattato e molto vicino al suo stato naturale, infatti il Caffè verde subisce pochissimi trattamenti. Le bacche di Caffè che generalmente sono delle due varietà Robusta e Arabica, vengono semplicemente seccate e frantumate nei mortai. La torrefazione non viene fatta ed è per questo motivo che il caffè Verde più principi attivi del caffè che noi siamo abituati a bere.

Il Caffè Verde e le sue proprietà benefiche

Per gli occidentali, utilizzare il Caffè allo stato “Verde”, è una novità, questa curiosità ha attirato l’interesse di molte persone e di molti scienziati, in quanto il Caffè Verde Funziona e  ha effetti sull’organismo, il primo di tutti, riconosciuto a questo cibo è l’effetto “Sveglia-Metabolismo”.
Caffè VerdeIl successo del Caffè Verde è stato dato dal Passaparola tra le donne che si affidano alle virtù di erbe e rimedi naturali per mantenere o tornare in linea, che lo hanno decretato un ottimo dimagrante naturale. Un vero boom che ha spinto alcune persone ha provare le versioni “Home made” di Caffè Verde, cercando i chicchi ancora da tostare nelle varie torrefazioni. Ma il vero ed efficace Caffè Verde che Funziona però va preso in capsule, e non mangiato così com’è, in chicchi!

Caffè Verde, perchè aiuta la linea?

Caffè Verde FunzionaAlcuni considerano il Caffè Verde un vero “Brucia Calorie”, altri un antidoto a tossine e chili di troppo, da utilizzare nei periodi di scorretta alimentazione, come durante le feste e le vacanze. Quest’ultima però è un po’ una visione distorta, perchè non puo’ essere certamente una capsula di Caffè Verde a rimediare alle grandi abbuffate festive, di cene a 6 portate o agli squilibri di un abituale dieta ipercalorica o ricca di grassi.
E’ assolutamente vero invece,che il Caffè Verde Funziona e che possiede le proprietà di cui si è parlato e questo è stato confermato da ricerche scientifiche. Uno studio importante è stato condotto dalla American Journal of Clinical Nutrition, che ha sottolineato le qualità di un componente che è contenuto nel Caffè Verde, stiamo parlando dell’Acido Clorogenico, esso è la sostanza utile per mantenere o raggiungere la linea.

Il Caffè Verde Funziona, ma come agisce?

Caffè VerdeIl Caffè Verde Funziona intervenendo nel meccanismo dei carboidrati, grazie all’Acido Clorogenico, riduce l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino, infatti esso è utile a: Moderare i picchi di insulina, comunemente chiamata “fame di dolci”
Inoltre il Caffè Verde Funziona perchè riesce  a velocizzare il metabolismo, esso Accellera il processo naturale dello smaltimento dei grassi. Questo è un meccanismo utile al dimagrimento, dato dall’Acido Clorogenico e dalla caffeina che interviene con la sua azione lipolitica.
Un altro effetto positivi dell’assunzione del Caffè Verde è l’effetto energetico. Grazie a questo effetto, permette di sopportare la dieta e ad ottimizzare i risultati.
I Caffè Verde è quindi un :
ACCELLERATORE DEL METABOLISMO
BRUCIA GRASSI
MODERATORE DELLA FAME
ENERGETICO

domenica 2 febbraio 2014

Antimonium crudum omeopatia per la fame guarire dalla fame nervosa



Quando gli attacchi di fame improvvisa, rischiano di mandare all’aria una dieta rigorosa….
Francesca Spanò

Chiunque, almeno una volta nella vita, ha scelto o è stato costretto a mettersi a dieta e, quindi, sa quanto è difficile mantenersi fermi sui propositi di non abbuffarsi di tutto quello che si trova nel frigorifero. Ma è pur vero che, per un attimo di debolezza, non è il caso di mandare all’aria mesi di sforzi e allora bisogna imparare a resistere. I mini attacchi di panico, di solito, sono forme compensative di stati d’animo particolari; infatti, chi si sente triste o ha un problema, quasi sempre, si rifugia nel cibo. La natura psicologica di queste tentazioni non deve, comunque, invitare a cedere e a iniziare a mangiare di tutto. Quando si comincia a mangiare di meno, le intenzioni sono buone e i primi giorni tutto fila liscio, il problema è dopo, quando il corpo è già indebolito dalle nuove abitudini alimentari.

Spesso gli attacchi di fame, si possono combattere ad armi pari, con i rimedi naturali, che si trovano facilmente in farmacia o nelle erboristerie specializzate, senza svuotare necessariamente il portafoglio per comprarli. Bastano poche gocce o granuli, a seconda del tipo di trattamento scelto e la fame sparisce o, almeno, non arriva così improvvisa e potente. Prima di fare un acquisto del genere, però, è necessario stabilire se la fame è reale, o se si tratta invece, di un appetito dettato solo dal fatto di essere consapevoli di non potere mangiare quando si vuole.

Sembra strano a dirsi, ma esistono tanti tipi di fame: c’è quella di coccole, ad esempio, o quella bulimica o ancora, quella vorace e quella nervosa.

Quando si soffre di frustrazioni di natura affettiva, i fiori di Bach appaiono come il rimedio più indicato. Questi ultimi, infatti, agiscono sulle emozioni e le modificano in senso positivo. Un esperto potrà aiutare chi ne ha bisogno a scegliere quello giusto o, in alternativa, a creare un mix capace di risolvere il disturbo.

La fame bulimica, invece, si verifica quando si viene assaliti da un languorino irresistibile e ci si abbuffa, fino a scoppiare, iniziando poi a sentirsi in colpa per l’errore commesso. In questo caso, si consiglia un rimedio omeopatico, come l’anacardium orientalis alla 30 CH. Bastano cinque granuli sotto la lingua prima dei pasti e il gioco è fatto.

Anche per la fame nervosa, viene in aiuto l’omeopatia con l’ignatia amara alla 9 CH; così anche chi mangia senza appetito, tanto per fare qualcosa, imparerà a dedicarsi ad altro. I fiori di Bach, sono altrettanto utili e, in questo caso, si può scegliere il noto Agrimony.

La fame vorace, costringe, chi ne soffre, a mangiare tutto al volo, come se si trattasse del semplice assaggino casuale. In questo caso però, non si manifesta alcun pentimento ed ecco perché è considerata molto diversa da quella bulimica. Il rimedio omeopatico giusto per tale problema, è l’antimonium crudum alla 30 CH. Basta metterne due o tre granuli sotto la lingua al mattino appena svegli, per tre settimane. Successivamente, l’operazione andrà ripetuta solo una volta a settimana.

Per qualunque altro tipo di fame, infine, è consigliabile assumere 5 compresse di glucomannano. Si tratta di una proteina che nello stomaco si gonfia e sazia, inducendo il soggetto ad evitare altro cibo.
 
Top